Intervista a Francesco Di Bella (ex 24 Grana)

“C’è smania di immagazzinare troppo, non si vive profondamente”

Momento AMARCORD: Chi se li ricorda i 24 GRANA? Quelli di Vesto sempre uguale, Stai Mai Cca o Accireme. Quindici anni fa nel porta CD dei rocker e dei “rasta” non poteva mancare il disco dei 24 Grana, con i loro testi in lingua napoletana che parlano della quotidianità realista, introspettiva e impelagata dei giovani partenopei.

Francesco di Bella, frontman e autore dei testi, non si è mai tolto il vizio di ispezionare la vita, e anche con la conclusione del progetto 24 Grana, ha continuato la carriera di cantante solista, oggi è al suo terzo album.

  • Ballads Cafè – 2014
  • Nuova Gianturco – 2016
  • O Diavolo – 2018

Quattro chiacchiere con Francesco Di Bella su “O Diavolo”

In occasione del nuovo disco di inediti “O Diavolo”, abbiamo scambiato quattro piacevolissime chiacchiere  con lui, concluse con un confronto tra oggi e ieri. Guardando la copertina del disco di O Diavolo mi sono incuriosita, mi sono venute in mente un mucchio di domande che ho riassunto in una:

Come ti è venuta in mente la figura del Diavolo? 

FRANCESCO: Il folk songwriting è stata una fonte d’ispirazione. Volevo mettere un ponte tra antico e post moderno, una tammurriata trasformata in rock band dal 2013 con un sound personale, c’è stato un lavoro di band dove il suono è molto importante.

Copertina del nuovo album di Francesco Di Bella ‘O Diavolo’

Il Diavolo, una figura che divide

Dopo aver dato un’occhiata al materiale audiovisivo per farmi una prima idea, ho letto il comunicato stampa dove si leggono alcune parole di Francesco che descrivono l’epoca che stiamo vivendo.

In che senso definisci quest’epoca “pazza e confusa”?

FRANCESCO: Parlo di narcisismo, valori egoistici. Questa del diavolo è una figura che divide, volevo raccontare il presente e cioè i valori, il vigore, la mestizia, cose oggi desuete, mancano, come anche la riflessione.

Cos’ha l’epoca che stiamo vivendo rispetto, ad esempio, al 900?

FRANCESCO: La smania di immagazzinare troppo, non si vive profondamente. C’è un divario tra essere e apparire. Lo raccontiamo anche nel nostro video girato a Villa Rendano a Cosenza, da Giacomo Triglia. Per questo video devo ringraziare anche Luca Scornaienchi, mentre per la copertina David “Diavù” Vecchiato.

Con la garanzia di Giacomo Triglia è difficile pensare ad una collaborazione sbagliata, è stato regista di molteplici videoclip di cantanti italiani. Qui sotto trovi il video di O Diavolo.

Quando hai l’opportunità di parlare, per conto di una rivista, con il frontman di una band che ascoltavi nel lettore CD mentre andavi a scuola, senti di raccogliere la domanda che un po’ tutti i vecchi fan farebbero, una domanda immancabile:

Ci sarà una reunion dei 24 Grana?

FRANCESCO: Sarebbe bello, ma mancano i presupposti, uno di noi è professore a Londra.

In fervida attesa dei presupposti ascoltiamo questo nuovo album, qui sotto c’è il link a Spotify per te che ti sei incuriosito dopo aver letto l’intervista a Francesco Di Bella.

Francesco Di Bella
About Debora Magurno 20 Articles
Svolgo tutte mansioni con nomi inglesi, ma non lo faccio apposta.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*