In arrivo ‘Metal! Live in Bahrain Vol. 2’, compilation con le metal band arabe

In arrivo ‘Metal! Live in Bahrain Vol. 2’, compilation con le metal band arabe

Studio 77 Bahrain ha annunciato l’uscita della compilation Metal! Live in Bahrain Vol. 2, fissata per il 16 maggio 2021. Questa è la seconda puntata della serie con la migliore musica originale delle band più pesanti del Golfo Persico. Il volume 1 è stato rilasciato a dicembre 2019, e fu il primo album-compilation metal dal vivo a uscire dalla regione.

Il progetto è stato messo insieme da Hani Taqi dello Studio 77 Bahrain che ha registrato e mixato tutte le canzoni. L’album contiene 73 minuti di musica dal vivo di 4 band forti ed orgogliose, registrati sia prima che durante il Covid nel 2019/2020 e rappresenta il meglio della scena metal underground della regione araba. Il metal è vivo e sbalorditivo in Bahrain.

Il resto del mondo potrebbe non sapere che esiste una scena metal in Bahrain, o anche dove si trova la minuscola isola sulla mappa, ma questa compilation mira a mostrare al resto del pianeta che c’è una fiorente scena metal in Bahrain e molte band killer che rilasciano interessante musica originale. E quale modo migliore per mettere in mostra una band metal se non catturandoli mentre fanno ciò che sanno fare meglio, uccidendolo con un pubblico dal vivo?

La maggior parte delle esibizioni dal vivo dell’album sono state anche filmate ei video saranno pubblicati su YouTube durante l’estate del 2021. Segui Studio 77 Bahrain su Facebook per maggiori dettagli.

Di seguito presentiamo le quattro band che saranno proposte in Metal! Live in Bahrain Vol. 2:

Hellionight

Ispirati allo speed metal della vecchia scuola degli anni ’80, gli Hellionight sono un’esplosione cruda e violenta del passato che suona riff ad alta intensità con un atteggiamento schietto. La band è nata come progetto parallelo di Omar Zainal, il chitarrista solista della band Black Metal del Bahrain Smoldering In Forgotten. Voleva creare una band che suonasse thrash e speed metal oscuro con un’influenza molto pesante dei primi anni ’80. La band ha pubblicato un EP omonimo di quattro canzoni nel 2016 e da allora ha messo insieme una formazione di 3 elementi e ha suonato in Bahrain e negli Emirati Arabi Uniti. Il loro risultato più notevole è stato aprire per la band thrash metal brasiliana Nervosa a Dubai all’inizio del 2020. Il suono della band è influenzato da leggende del metal vecchia scuola come Sodom, Motorhead, Venom e Slayer, con riff thrashing e canzoni accattivanti.

Pagina Facebook

Ryth

La band di 4 elementi precedentemente nota come Rain In Hell si è formata nel 2008 e da allora è stata molto attiva nella scena del Bahrain, concentrandosi sui loro spettacoli dal vivo nei festival metal locali. Il loro stile è il death metal progressivo e le loro principali influenze sono band come Gojira, Shining, Opeth e Dark Fortress. Suonando death metal oscuro con un tocco tecnico e progressivo, la loro struttura e stile innovativi incorporano voci pulite e aggressive con elementi più progressivi. I Ryth (fa rima con myth) stanno attualmente lavorando a un attesissimo album che uscirà alla fine del 2021.

Pagina Facebook

Lunacyst

I Lunacyst sono una band death metal composta da quattro elementi che hanno scatenato la loro furia come un colosso metal nel Regno del Bahrain dal 2009. Il loro stile musicale è più facilmente descritto come Progressive Death Metal con un groove tecnico e le loro influenze principali sono The Faceless, Cannibal Corpse, Necrophagist e Cattle Decapitation. Ingoiano la negatività e la rigurgitano sotto forma di musica estrema per tormentare la mente dell’ascoltatore. I Lunacyst hanno suonato in diversi spettacoli in Bahrain e Dubai, supportando artisti affermati come Obscura e Nervecell. Erano presenti nel primo DVD del concerto dal vivo uscito dal Golfo Persico: Resurrection – The Bahrain Underground. Dopo una breve pausa, i musicisti hanno pubblicato il loro omonimo album di debutto nel 2019, che è attualmente disponibile ovunque in digitale, con la copertina del leggendario Tony Koehl. È un concept album lirico, brutale, aggressivo e ben strutturato.

Pagina Facebook

Necrosin

Un talento grezzo appena scatenatosi sulla scena, i Necrosin si sono formati nel 2019 e il loro suono è fortemente influenzato dalle leggende del death metal della fine degli anni ’80 e dei primi anni ’90 come Death, Morbid Angel, Slayer e Bolt Thrower. Con musicisti veterani della scena del Bahrain, il debutto dal vivo della band è stato purtroppo deragliato dalla pandemia di Covid. Ma da allora hanno lavorato duramente per registrare il loro album di debutto che uscirà alla fine del 2021 o all’inizio del 2022. I Necrosin hanno registrato 3 canzoni dal vivo allo Studio 77 per questa compilation – e sono le prime registrazioni in studio della band. Hanno in programma di suonare dal vivo il più possibile non appena la pandemia sarà finita e di affermarsi come potenti nuovi arrivati ​​nella scena regionale.

Pagina Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: