Humanash: tutti i dettagli del debut album ‘Reborn from the Ashes’!

6 Novembre 2017 Off Di Francesco P. Russo

Jolly Roger Records è orgogliosa di annunciare che sara’ disponibile da Venerdì 17 Novembre il debut album ‘Reborn from the Ashes’ degli Humanash, nei formati Lp, Cd e Digitale. (data di uscita per distributori: 30 Novembre). Dal disco vi riportammo già in anteprima il video del singolo ‘Night Adventure in a Desecrated Church’.

La band è nata per volontà di John Goldfinch (voce della cult band L’Impero delle Ombre) da un profondo e sincero amore verso il classico Heavy Metal e dalla voglia di suonare una musica più pesante rispetto alla sua band principale, più orientata allo speed metal ed a tematiche horror, fortemente influenzata dai primi Death SS e dalle bands Metal degli anni ’80. Per questa “missione” recluta i talentuosi Peruvian alla batteria (già con L’impero delle Ombre), Francis Probus e Gabriel Goya alle chitarre e Nicholas Lestat al basso dando vita all’ horror-story ‘Reborn from the Ashes’, mini-album (22 minuti). Il disco vedrà come spite d’onore Steve Sylvester (voce dei Death SS), vero e proprio punto di riferimento non solo musicale di John, sulla prima traccia.

Queste le parole di John Goldfinch a tal riguardo: <<Questo lavoro arriva da lontano, da una mia vecchia idea, da un concetto di profondo e puro amore per l’Heavy Metal, un genuino sentimento di appartenenza ai suoi valori… è dedicato allo spirito dei Metal teenagers, nostro e di tanti altri come noi, agli anni migliori di sempre con le chitarre distorte ed i ritmi forsennati che ci ronzavano nella testa!”>>

La versione in Lp (prime 100 copie vinile rosso) comprende un inserto a 4 pagine con fumetto e Cd. A questo link è possibile effettuare il pre-order ed ascoltare 3 brani in streaming. Di seguito la track-list e la copertina:

  1. Evil Metal Obsession (feat. Steve Sylvester, Death SS)
  2. Night Adventure in a Desecrated Church
  3. The Nightmare Begins
  4. Reborn from the Ashes
  5. The Liberation of the Cursed Spirit
  6. Eternal Darkness of Being