[Esclusiva] Onirik: sessione di pre-ascolto del nuovo album, studio report!

Onirik
Onirik line up 2014

E’ la sera del 26 Dicembre, giorno festivo ed io mi ritrovo in un accogliente salottino insieme a Satras, vocalist di band quali Onirik e Bowel Stew (oltre che ex frontman degli Horrid).

Il motivo che ci ha uniti in questa serata è stato una sessione di pre-ascolto esclusiva per Suoni Distorti Magazine del nuovo ed omonimo album dei lombardi Onirik, di cui l’uscita è prevista entro la fine di Febbraio, anche se al momento non è stata schedulata una data ben precisa.

Per chi non conoscesse ancora la band ve la presenterò brevemente. Gli Onirik sono attivi da 19 anni, fondati dal bassista, Michele. La band ha pubblicato un primo demo in cassetta nel 1998. Dopo un fermo attività, nel 2007, i nostri partecipano allo split ‘Da Vinci Code’ in compagnia di altre tre bands quali Fleshgod Apocalypse, Septycal Gorge e Uroboros. Dopo alcuni avvicendamenti in line-up e numerose attività live si giunge al 2010, anno in cui Satras entra in pianta stabile nella formazione che ad oggi sta ultimando i lavori per l’uscita del primo full lenght, ‘Onirik’. I fans della band hanno avuto già modo di ascoltare il “nuovo” singer nelle intense attività live della band in Italia e Europa.

10311954_233810893484317_1035840139_n
Satras in studio

Accomodatici sul divano Satras ha iniziato a presentarmi il disco raccontandomi le varie fasi di registrazione e autoproduzione avvenute nei Chaos And Order Studio con Maurizio Ferrero e tutto il lavoro svolto nella sala prove dalla band. Tra l’altro mostrandomi in anteprima anche l’art work di copertina che al momento non è stato reso noto pubblicamente. Un lavoro ben fatto e professionale.

Dopo le varie delucidazioni e illustrazioni del caso abbiamo proceduto con l’ascolto concentrandoci su ogni singolo brano presente nella tracklist, esponendo ognuno i propri pareri e idee a riguardo di traccia in traccia.

Le mie aspettative non sono state deluse, poiche’ il disco suona davvero bene, riuscendo ad unire la violenza del death metal con piccoli ma azzeccatissimi inserti più melodici, con un ben coordinato lato compositivo. Quest’ultimo risulta con varie influenze, immancabili del resto, ma senza mai sfociare in scopiazzamenti e plagi di alcun tipo, spesso facili da trovare in simili contesti (e non solo).

Si passa dal classico death metal d’annata di stampo americano ad alcuni richiami più marcatamente brutal e certe intersecazioni melodiche che pur rendendo più corposo il muro sonoro riescono a non essere mai invadenti. Un lavoro ben strutturato dunque, che palesa l’attenzione messa su ogni singolo aspetto.

Satras mi parla delle singole canzoni con quel grande entusiasmo che anima i musicisti quando si avvicina l’uscita del proprio disco, palensando la propria soddisfazione per il lavoro svolto (e qui non si può non dargli credito). Ma in tutto mantenendo un fondo di umiltà dicendomi semplicemente: <<speriamo che al pubblico l’album piacerà come piace a noi!>>. Basta ascoltare le parole e le modalità con cui si parla dell’operato che subito risalta una gran passione e amore per la propria musica.

Ottima la tecnica di tutti i musicisti che sono riusciti a realizzare delle basi ritmiche monolitiche e tecnicamente impeccabili adornate da alcune melodie e pareti di riff molto fitte e granitiche. Il cantato di Satras credo che molti di voi lo conoscano già, un growl molto tuonante che si muove con disinvoltura da parti più oscure a frangenti con tonalità più alte.

10390400_639173139525862_6642299003903425391_n
Francesco Chiodometallico e Satras a fine ascolto

La maggior parte delle tracce sono già state suonate in sede live dagli Onirik, ma in questa “nuova versione” su disco si notano alcune rifiniture significative. Ma c’è anche un brano che ancora nessuno conosce al di fuori della band e, adesso, che conosco anche io. Vi assicuro che ci sarà da esplodere!

Terminato l’ascolto si è passato un po’ di tempo chiacchierando ulteriormente sui brani e sulle attività future della band che al momento non vi anticipo, ma posso assicurarvi che queste ore in compagnia di Satras e degli Onirik sono state davvero soddisfacenti.

Giunti alla fine, dopo i saluti di rito e i ringraziamenti, riprendo la strada del ritorno attendendo l’uscita dell’album che sono certo piacerà a tutti gli amanti del metal estremo!

Per seguire la band e restare aggiornati vi rimando alla loro pagina facebook.

A cura di Francesco “Chiodometallico” Russo

10443430_10152625745263825_402906456715286520_n

About Francesco Chiodometallico 10998 Articles
Fondatore di Suoni Distorti Magazine e principale creatore di contenuti del sito. Ex caporedattore di Italia Di Metallo, ha collaborato anche con altre realtà in ambito Metal / Rock, nell'organizzazione di eventi ed è anche speaker su Metal Maximum Radio. Il suo motto: "Preferisco starvi sul cazzo che leccarvi il culo!"

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*