Big Daddy Wilson: stasera il bluesman americano al Clock Tower di Treviglio (BG)!

Big-Daddy-Wilson1Il Clock Tower di Treviglio si inebria ancora di profumi internazionali e questa volta sul legno del “Pub” ci sarà Big Daddy Wilson, uno dei più grandi nomi del blues americano che 35 anni fa dalle piantagioni di cotone si è lanciato in un’avventura Europea trovando fortuna e rispetto.
Il Clock Tower si trova a Treviglio (BG) in viale del Partigiano n°33.

Sul palco del Clock Tower, Big Daddy Wilson darà prova della sua maestria nel suonare diversi strumenti, accompagnato dalla sua band formata da musicisti di nazionalità diverse. Il legno del Clock Tower risuonerà insieme al pubblico formando un circuito alimentato a Birra Elav e vibrazioni positive.
Conosciamolo meglio:
Nato negli anni 60 in una piccola cittadina della North Carolina di nome Edenton dove oltre la metà della popolazione era di origine africana e circa un quarto degli abitanti vivevano sotto la soglia di povertà, Big Daddy Wilson ha avuto un’infanzia a sfondo rurale. Il lavoro quotidiano nelle piantagioni di cotone e di tabacco scandiva le sue giornate con il ritmo dei canti dei lavoratori e le serate a ritmo di country e gospel, proprio come nell’immaginario collettivo.
La svolta della sua vita avvenne però all’età di 16 anni, quando interruppe gli studi per arruolarsi nell’esercito americano, tramite il quale si trasferì poi in Germania. Qui Big Daddy Wilson trovò la donna della sua vita e per tale motivo decise di restare in Europa, dove ebbe anche inizio la sua carriera di cantante blues. Fu infatti in Germania che egli ascoltò per la prima volta il blues, ebbe modo di andare ad alcuni concerti trovando il tassello mancante del suo spirito di musicista. Altri musicisti come lui arrivati dall’America trovarono una loro identità e successo in Europa, tra questi possiamo ricordare Champion Jack Dupree, Louisiana Red and Eddy Boyd.
E da questo momento c’è un nuovo Big Daddy Wilson, non più il ragazzo timido di prima, ma il cantautore e scrittore di poesie di fama internazionale che oggi conosciamo. Dopo diverse collaborazioni nel 2009 arrivò il suo debutto da solista con la RUF Records con cui scrisse l’album “Love is the key”, album registrato con l’aiuto di una piccola band al fine di riportare la musica alle origini utilizzando esclusivamente strumenti acustici. È da segnalare la presenza in due brani di Eric Bibb, cantautore statunitense blues originario di New York.
La sua attività discografica ha preso il volo con 4 CD realizzati negli ultimi 4 anni fra cui due live e “I’m your man” nel 2013 per la Dixiefrog. Il suo live 100% acustico sta riscuotendo successo in tutta l’Europa e Big Daddy Wilson ha il volto, la classe e la carica di quello che è uno dei più grandi nomi del blues a livello internazionale.
BDW-acoustic-band

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: