Amorphis: il lyric video di ‘The Bee’, in anteprima dal nuovo album!

Gli Amorphis si apprestano a pubblicare il loro nuovo lavoro ‘Queen Of Time’ il 18 maggio su Nuclear Blast, come vi anticipammo. È finalmente arrivato il momento di avere un primo assaggio del tredicesimo album in studio della band finlandese. La traccia di apertura del disco ‘The Bee’ può essere ascoltata attraverso il lyric video qui sotto.

Il chitarrista Esa Holopainen commenta:
<<Questa canzone è un’opener molto potente e dà un buono sguardo d’insieme sul nuovo album. Potete già sentire alcuni nuovi elementi, come cori e arrangiamenti orchestrali>>.

Il cantante Tomi Joutsen ha aggiunto:
<<Ovviamente il testo è ispirato all’ape, anche in senso metaforico. La cosa più minuscola a volte può essere la più importante. Un’ape può portare la vita e se distruggessimo tutte le api, la vita si fermerebbe qui. È un animale bellissimo ed ecco perché la trovate rappresentata anche sulla copertina. Il brano è progressive e sono sicuro che sorprenderà positivamente molti fan. Lo adoriamo!>>.

L’album è disponibile in vari formati, già pre-ordinabili Qui.

Rispetto al precedente ‘Under The Red Cloud’ (2015), il nuovo album conterrà l’utilizzo di una vera sezione di archi, flauti, arrangiamenti orchestrali ed anche dei cori. Sarà la prima volta, inoltre, che si potrà ascoltare il paroliere Pekka Kainulainen in alcune parti narrate, persona che già collaborava con gli Amorphis per quanto riguarda i testi delle loro canzoni. Prodotto nuovamente dal buon Jens Bogren (Amon Amarth, Opeth, Kreator), il disco sarà il primo dopo il rientro nella band del bassista Olli-Pekka ‘Oppu’ Laine.

Esa Holopainen ha commentato: <<Credo che ‘Queen of Time‘ ci ha sorpreso tutti. Durante le prove e la pre-produzione, non avevamo neanche idea che Jens avesse questa grande idea nella sua mente circa come il disco sarebbe dovuto venire. E’ il naturale successore di ‘Under The Red Cloud‘ ma sotto steroidi. I pezzi sono più aggressivi ma più dinamici e con armonie ed arrangiamenti orchestrali. Il risultato è un lavoro degli Amorphis come non avevate mai sentito prima. Essenzialmente abbiamo lavorato molto bene con Jens; è molto simile a noi come persona, condividiamo lo stesso strano umorismo e ci piace lavorare sodo!>>

Attraverso le parole dell’autore dei testi Pekka Kainulainen, il tema lirico è universale: <<Le culture nascono, si sviluppano e vengono distrutte. La storia dell’uomo consiste nel ricercare, trovare e dimenticare. Una singola scintilla può incendiare il mondo, una singola idea può far nascere una cultura. Il più grande può stagnare nell’insignificanza, il più piccolo può possedere il potere del cambiamento. I testi dell’album sono echi distanti di antichi popoli delle foreste, appartenenti a un’epoca in cui il senso delle cose era proporzionato all’energia cosmica che governa la nascita e la morte. Se si perdeva il legame, cercavano un filo di conoscenza, trovavano una nuova direzione e rinasceva una nuova era>>.

Queste di seguito la track-list e l’artwork di copertina realizzato dall’artista francese Jean “Valnoir” Simoulin:

01. The Bee
02. Message In The Amber
03. Daughter Of Hate
04. The Golden Elk
05. Wrong Direction
06. Heart Of The Giant
07. We Accursed
08. Grain Of Sand
09. Amongst Stars
10. Pyres On The Coast
Bonus Tracks (solo DIGI, 2LP, e MAILORDER EDITION)
11. As Mountains Crumble
12. Brother And Sister

About Francesco Chiodometallico 10559 Articles
Fondatore di Suoni Distorti Magazine e principale creatore di contenuti del sito. Ex caporedattore di Italia Di Metallo, ha collaborato anche con altre realtà underground in ambito Metal / Rock e nell'organizzazione di eventi. Il suo motto: "Preferisco starvi sul cazzo che leccarvi il culo!"